La francofonia festeggia 50 anni !

Nessun commento
francofonia traduttore italiano francese

Quest’anno, dal 20 marzo al 31 dicembre, si celebrerà il 50esimo anniversario della nascita de l’Agence de Coopération Culturelle et Technique (ACCT), l’Agenzia di cooperazione tecnica e culturale intergovernativa nata dalla condivisione di una lingua comune (il Francese) e incaricata di promuovere e diffondere le culture dei paesi membri e d’intensificarne la cooperazione internazionale.

L’ACCT diventerà nel 2005 Organisation internationale de la Francophonie (OIF).

A partire dal 20  marzo fino a fine anno verranno organizzati numerosi eventi in tutto il mondo per celebrare la lingua francese! Per poter organizzare un evento occorre rispettare le linee guida (in pratica condividere e diffondere gli obiettivi e i valori della francofonia) presenti sul sito ufficiale https://www.francophonie.org/  e una volta che verrà approvata la richiesta l’evento comparirà sulla piattaforma ufficiale dell’OIF e si potrà usufruire del logo del Cinquantesimo anniversario, da utilizzare nei propri canali di comunicazione per promuovere l’iniziativa.

L’Organizzazione internazionale della francofonia, in 5 minuti

Quali paesi fanno parte dell’OIF ?

La francofonia riunisce tutti i paesi dove il Francese è la lingua madre, lingua ufficiale o seconda lingua, dirigendosi a tutti i francofoni del mondo (circa 300 milioni).

Attualmente i paesi (e governi) coinvolti sono 88*, tra cui:

  • 54 paesi membri (Francia, Belgio, Camerun, Québec, Vietnam…)
  • 7 membri associati (Cipro, Qatar, Ghana…)
  • 27 paesi osservatori (Argentina, Corea del Sud, Polonia, Uruguay…)

* Per l’elenco completo consultare il sito ufficiale OIF: https://www.francophonie.org/

La francofonia e i suoi obiettivi

Alla base della francofonia vi è non solo la tutela della lingua francese e delle culture dei paesi dove questa viene parlata, la persona e i suoi diritti sono il fulcro del lavoro dell’OIF, così come sancisce la Carta della Francofonia, siglata in occasione del Vertice della Francofonia tenutosi in Vietnam nel ‘97 e completata in Madagascar nel 2005. La Carta tutela e promuove la democrazia, la pace e i diritti dell’uomo, incentiva e favorisce l’educazione, la formazione e la ricerca, così come la collaborazione e lo sviluppo sostenibile.

La variazione diatopica nel mondo francofono

Punto di riferimento per tutti coloro che amano e usano la lingua francese nelle sue diversità e le sue sfumature, l’OIF tutela e promuove tutte le sue varietà linguistiche.

Insita nella storia e nell’evoluzione della lingua francese, la variazione diatopica, ovvero la variazione linguistica dovuta alla distanza (non solo geografica ma anche culturale) risulta una peculiarità da non sottovalutare. Soprattutto per chi, come il  traduttore o l’interprete, esperto di codici linguistici differenti, è tenuto a conoscere queste varietà al fine di rendere al meglio il lavoro di adattamento e ricodifica del testo, attuando nel miglior modo possibile il processo di localizzazione e transcreazione. La variazione diatopica può agire non solo su un piano internazionale ma anche a livello nazionale (come nel caso dell’italiano) con differenze e peculiarità di tipo regionale.

Saper riconoscere, identificare e adattare queste sfumature linguistiche è quindi un must per poter svolgere una traduzione di qualità, saper dare il giusto peso alle parole significa comprenderle nella loro totalità, rispettandone tutte le sfaccettature.

“Egalité, complémentarité, solidarité”

Buon anniversario a tutti!!

Stefano Gaffuri

Articolo successivo
La parola azzeccata…traduzione e contesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu